Salta ai contenuti


Asl TO4 - Ciriè, Chivasso, Ivrea

Regione Piemonte


Ti trovi in:

Sei arrivato alla pagina finale del tuo percorso. Se vuoi puoi tornare indietro

Home.

Cure per i cittadini stranieri

Destinatari
- Cittadini stranieri regolarmente soggiornanti in Italia
- Cittadini stranieri regolarmente soggiornanti in Italia in modo temporaneo
- Cittadini stranieri non in regola con le norme relative all'ingresso e al soggiorno
Note
Cittadini stranieri regolarmente soggiornanti in Italia
La normativa definisce i casi in cui la loro iscrizione al Servizio sanitario nazionale (Ssn) è obbligatoria o volontaria. Il cittadino straniero iscritto al Ssn ha diritto alle stesse prestazioni garantite ai cittadini italiani.
L’iscrizione è obbligatoria nei seguenti casi:
• cittadini dell’Unione Europea nei casi previsti dalla normativa vigente (Decreto Legislativo 6 febbraio 2007, n. 30);
• stranieri non appartenenti all’Unione Europea regolarmente soggiornanti che abbiano in corso regolari attività di lavoro subordinato o autonomo o siano iscritti nelle liste di collocamento;
• stranieri regolarmente soggiornanti o che abbiano richiesto il rinnovo del titolo di soggiorno per: lavoro subordinato, lavoro autonomo, motivi familiari, asilo politico e umanitario, attesa adozione e affidamento, acquisto di cittadinanza e motivi di salute.

Agli stranieri regolarmente soggiornanti, ma non iscritti al Ssn, sono assicurate nelle strutture sanitarie pubbliche, equiparate o private accreditate:
- le prestazioni ospedaliere urgenti (in via ambulatoriale, in regime di ricovero o di day hospital), per le quali devono essere corrisposte le relative tariffe regionali al momento della dimissione;
- le prestazioni sanitarie di elezione, previo pagamento delle relative tariffe regionali.


Cittadini stranieri regolarmente soggiornanti in Italia in modo temporaneo
Valgono le stesse regole previste per i cittadini italiani che si recano temporaneamente all’estero.


Cittadini stranieri non in regola con le norme relative all'ingresso e al soggiorno
Ai cittadini stranieri non in regola con le norme relative all’ingresso e al soggiorno sono assicurate, nelle strutture pubbliche del Servizio sanitario nazionale, le seguenti prestazioni sanitarie:
• le cure ambulatoriali e ospedaliere urgenti o comunque essenziali, anche se continuative, per malattia e infortunio. Per “cure essenziali” si intendono le prestazioni diagnostiche e terapeutiche relative a patologie non pericolose nel breve termine, ma che nel tempo potrebbero determinare maggiore danno alla salute o rischi per la vita (complicanze, cronicizzazioni o aggravamenti);
• la tutela della gravidanza e della maternità;
• l’assistenza per l’interruzione volontaria della gravidanza;
• la tutela della salute del minore;
• le vaccinazioni previste dalla normativa nazionale e nell’ambito di interventi di prevenzione collettiva autorizzati dalla Regione;
• le vaccinazioni internazionali;
• la profilassi, la diagnosi e il trattamento delle malattie infettive;
• gli interventi per la tossicodipendenza.

Per fruire di tali prestazioni è necessario rivolgersi al Centro Isi (Informazione salute immigrati) per ottenere il codice Stp (Straniero temporaneamente presente) oppure il codice Eni (Europeo non iscrivibile):
• Centro Isi dell'Asl TO4:
Settimo Torinese, via Leinì 70
telefono: 011 8212248
fax 011 8212235
e-mail: centroisi.settimo@aslto4.piemonte.it
orari di apertura: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 13.

Il codice Stp/Eni può essere richiesto al Centro direttamente dai cittadini stranieri interessati oppure dalle strutture sanitarie alle quali si rivolgono gli stessi cittadini stranieri non in regola.
Il tesserino Stp ha validità semestrale ed è rinnovabile in caso di permanenza del cittadino straniero sul territorio nazionale.

Le prestazioni sanitarie sopra citate sono a totale carico dei cittadini stranieri. Lo stato di indigenza, attestato al momento dell’assegnazione del codice Stp, esenta lo straniero dal pagamento dell’intera prestazione a tariffa regionale piena, ma non lo esenta dal pagamento del ticket. Lo straniero indigente è esonerato dal ticket negli stessi casi previsti per i cittadini italiani.

Non essendo iscritti né iscrivibili al Servizio sanitario nazionale, gli stranieri con tesserino Stp non possono usufruire del medico di famiglia e del pediatra di libera scelta. Per le prestazioni di primo livello (prima visita e prescrizioni per accertamenti e consulenze specialistiche) possono comunque rivolgersi agli ambulatori di primo livello istituiti dalle Asl, dalle Aziende Ospedaliere, dagli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (Irccs) e dai Policlinici universitari.
In particolare, per la prima accoglienza dell’età pediatrica, è possibile usufruire degli ambulatori pediatrici ospedalieri, dei consultori pediatrici, dei consultori familiari
Aggiornamento effettuato il:
26/04/2022


Torna al menù principale


Contatti

A.S.L. TO4 - Sede legale: via Po n. 11 - 10034 Chivasso (TO) - p.iva 09736160012
Telefoni: 011 9176666 (Chivasso); 011 92171 (Ciriè); 0125 4141 (Ivrea)
Fax sede legale 011 9176322; pec direzione.generale@pec.aslto4.piemonte.it
Commenti sul sito

informazioni sul sito

Copyright © 2004 - 2022